Muri Parlanti

Raccontare la città (muri parlanti).

… e perchè non attraverso le immagini e le interpretazioni di chi comunque produce arte urbana, lasciando “su strada” ciò che spesso, se trasferito su tela, diverrebbe escusività dei salotti bene.

Arte urbana come semiotica, come “guerra dei segni”, come appartenenza… , come istinto di sopravvivenza nei luoghi dell’immaginario che non vuole essere uniformato. Arte urbana come orientamento per il nuovo viaggiatore urbano, come guida, come drop per una corretta navigazione.

Per fotografare, capire i segni urbani e reinterpretarli ad uso e consumo di una possibilità collettività, cercando di cogliere cosa è il movimento urbano dei “writers” (quelli seri e bravi, ovviamente…), si è cercato di regalare ironia alle immagini graffittate e restituire senso alle loro possibili interpretazioni, riconoscendo che spesso ciò che è vissuto e visto come negativo non è sui muri ma negli atteggiamenti e nei comportamenti di chi vive la citta e i suoi spazi.

Il laboratorio di idee propone alcune slides, per provare a “raccontare” i comportamenti e gli atteggiamenti nella quotidianità urbana.

Si sente dire che è sbagliato pubblicizzare chi “imbratta i muri”; forse si dovrebbe leggere chi scrive le città.

 

MURI PARLANTI 1

 

MURI PARLANTI 2

 

MURI PARLANTI 3

 

MURI PARLANTI 4

 

MURI PARLANTI 5

 

MURI PARLANTI 6

3 Comments

Filed under Lab_Idee, Raccontare la città

3 Responses to Muri Parlanti

  1. Daniela Calabi

    quanti ricordi appesi ai muri!!! :) Ogni graffito, ogni segno… davvero è traccia per chi, come me, ha riconosciuto i muri della sua città!!!

Lascia una risposta