“Comunicazione pubblicitaria: una lettura di genere”

Torna rilevante concentrare l’attenzione sulle possibili interpretazioni del mondo e della società attraverso la “cultura” pubblicitaria.
Partendo dai concetto di “comunicazione”, di “stereotipo” e di “genere”, si è cercato di indagare il significato della stragrande quantità di slogan e immagini pubbicitarie che ancora oggi, come ieri, trasmettono concetti sessisti che relegano il genere femminile e tutte le donne in una condizione di inferiorità rispetto al “maschio”.

Alcune riflessioni in merito, tentando un approccio anche storico, sono state proposte nel seminario tenuto per il Corso di Sociologia, Prof. Marita Rampazi, per il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi di Pavia; alcuni concetti hanno destato non poco stupore nei convenuti in aula. Possibile che, oramai, l’abitudine allo sfruttamento degli stereotipi di genere conduca le persone a non riconoscere i filtri attraverso i quali sono proposte le situazioni di vita quotidiana delle donne?

A seguire un estratto della presentazione, molto semplificato per motivi di spazio.

C. Calabi

 

 

Leave a Comment

Filed under Comunicazione, Lettura

Lascia una risposta